endolipolaser

Endolipolaser: perché effettuare il trattamento

Il tessuto adiposo in eccesso ha sempre provocato complessi e disagi tanto negli uomini, quanto nelle donne. Per eliminarlo, in passato, l’unica soluzione consisteva nel sottoporsi a un trattamento di liposuzione.

Tuttavia, tale trattamento risulta essere rischioso, con tempi di ripresa piuttosto lenti e con risultati non totalmente ottimali. Per questa ragione, grazie al progresso delle tecnologie, è stata messa a punta una nuova tecnica in grado di soddisfare pienamente i pazienti: l’endolipolaser.

Endolipolaser: come rimodellare il proprio corpo senza cicatrici

L’endolipolaser è un trattamento per accumuli adiposi localizzati nel corpo. Tale trattamento viene effettuato attraverso una fibra ottica di 600/1000 micron che viene inserita all’interno del tessuto adiposo.
Quest’ultimo viene riscaldato da questo raggio laser, provocando lo scioglimento delle cellule adipose. Successivamente questo grasso che si è sciolto viene aspirato con delle micro-cannule di un millimetro: ciò comporta un minor sanguinamento, un minor gonfiore per il paziente e una ripresa molto più rapida per le normali attività lavorative.

Se l’intervento avviene in  piccole aree del corpo,  sono sufficienti 24 ore affinché il paziente possa tornare alla normale attività lavorativa, mentre, se vengono trattate superfici più vaste, il paziente necessita di qualche giorno di riposo. Il trattamento per ogni area dura circa 20 minuti.

I benefici dell’Endolipolaser

Tra i vantaggi dell’endolipolaser possiamo includere i rapidi tempi di ripresa e un minor sanguinamento. Ulteriore vantaggio dell’endolipolaser rispetto a una liposcultura tradizionale è quello di scaldare il tessuto e ciò comporta un’attivazione dei fibroblasti che sono delle cellule che producono il collagene.

Pertanto, si produrrà neo-collagene che determinerà un effetto lifting, ovvero una retrazione della cute maggiore rispetto ai trattamenti tradizionali. Dunque, si verifica una sorta di riassestamento della cute sulle nuove forme e proporzioni, determinate dall’aspirazione di quest’olio.

Un altro vantaggio è che nella maggior parte dei casi non si mettono più punti; pertanto, non rimarrà alcun tipo di cicatrice. Verrà inoltre messa nel post-operatorio una guaina semi compressiva per far aderire meglio la cute alle nuove proporzioni.

In aree più specifiche, come possono essere l’interno cosce, il collo, le braccia (in cui la cute è maggiormente rilassata), dopo il trattamento effettuato con il laser e l’aspirazione dell’olio con le micro cannule, viene nuovamente inserito il raggio laser all’interno per determinare un maggior effetto lifting di queste aree.

Dunque, tra i benefici di questa nuova metodica possiamo trovare: una ripresa più veloce del paziente, minori costi, nessun tipo di degenza ospedaliera o in clinica privata e assenza le cicatrici.

 

A cura di
Dott. Gualtiero Tramonti – Specialista in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica

 

Direzione: Via Velletri 10 Roma

Scrivici

Scrivici

info@artemisialab.it